Estate 2020 : Ordinanza per l'utilizzo delle spiagge

CON ORDINANZA SINDACALE N°22 DEL 28/05/2020 SONO STATE EMANATE LE DISPOSIZIONI PER LA FRUIZIONE DEL LITORALE ATTE A GARANTIRE CONDIZIONI DI SICUREZZA IN RELAZIONE ALLA EMERGENZA COVID-19

 

 La emergenza determinata dalla pandemia Covid-19 ha determinato l'adozione di misure di sicurezza atte a garantire dal rischio della diffusione del virus. Come noto, in attesa della produzione di un vaccino, il contenimento del drammatico fenomeno è stato possibile mettendo in atto un doloroso quanto necessario distanziamento sociale che riguarda anche la fruizione delle spiagge. L'ordinanza sindacale riguarda le regole che devono essere rispettate da operatori commerciali titolari di stabilimenti balneari e da semplici bagnanti, incluse anche le coordinate geografiche che indicano i tratti di spiaggia interdetti all'accesso; da parte nostra abbiamo ricavato delle mappe da Google maps con riportati i suddetti tratti di litorale. In fondo all'articolo troverete il file in formato pdf con il testo integrale della Ordinanza. 

Riportiamo alcune regole che devono essere rispettate, per la conoscenza completa si rimanda, e si consiglia, la lettura integrale della Ordinanza di cui troverete il file in formato pdf in fondo al presente articolo; ricordiamo che l'Ordinanza ha valore dal 29/05/2020 fino a nuove disposizioni :

- sono vietati assembramenti;

- dalle ore 19.00 alle ore 9.00 è fatto divieto di accedere alle spiagge per attività ludiche; è autorizzato l'accesso alle spiagge dalle ore 20,00 alle 08,00 per la pratica della pesca da riva pesca con canna e/o lenza nella fascia di mare profonda  m 200 dalla costa o dalla spiaggia; 

- è sempre consentita l'attività motoria quali camminata e corsa; le attività motorie sono consentite rispettando il distanziamento interpersonale pari ad almeno m 2,00

- è fatto divieto di posizionare ombrelloni, sdraio ed altre attrezzature a meno di m 5 dalla battigia; 

- tutte le zone d’ombra (ombrelloni e simili)  devono essere posizionate mantenendo la distanza minima di mt. 3,00 dall’asse
di ogni singolo sostegno, mentre tra le file si deve mantenere la distanza minima di mt. 4,50.

- per i bagnanti, sussiste l’obbligo di: a) non accedere all’area di balneazione in caso di provvedimento di quarantena, in presenza di sintomi influenzali o di temperatura corporea superiore ai 37,5°C, o se si proviene da aree di focolai epidemici;
b) effettuare il controllo parentale del rispetto di tutte le norme comportamentali da parte dei bambini;

- l'accesso alle spiagge potrà avvenire soltanto con prenotazione da effettuare attraverso l'App raggiungibile col seguente link :  https://spiagge.ditechmobility.it/

Interdizione all'accesso di alcuni tratti di litorale 

relativamente alla gestione della particolare situazione emergenziale circa il mantenimento di livelli di sicurezza, viene ordinata l'interdizione all'accesso dei  tratti di litorale che verranno indicati secondo la sequenza della ordinanza, naturalmente in rosso sono evidenziati i tratti interessati dal divieto

- Località Spinicci :  tratto individuato tra le coordinate Latitudine : 42°17'47,45"N- Longitudine : 11°37'47.74"E e LAT:  42°17'43.74"N- LON: 11°37'54.03"E corrispondente alla foce del torrente Arrone  (figura 1)

 figura 1

- Località Pian di Spille  : tratto compreso tra le coordinate LAT: 42°16’10,53” N - LON: 11°39’48,92” E e LAT: 42°15’6,22” N - LON:11°40’35,97” E  corrispondente all'area del poligono militare (figura 2) 

 figura 2

- Località Voltone : tratto individuato tra le coordinate LAT: 42°14’7,99” N - LON: 11°41’40,55” E e LAT: 42°14’6,87” N -  LON:11°41’41,53” E  corrispondente all'immediato versante Nord della foce del fiume Marta. Ricordiamo che, comunque,  per legge tutte le foci dei fiumi sono da considerarsi non balneabili; (figura 3) 

- Lido di Tarquinia : tratto individuato tra le coordinate LAT: 42°14’5,64” N - LON: 11°41’41,76” E e LAT: 42°14’6,87” N -  LON: 11°41’41,43” E corrispondente all'immediato versante Sud della foce del fiume Marta ; (figura 3) 

 figura 3

 

- Lido di Tarquinia : tratto individuato tra le coordinate LAT: 42°13’33,15” N - LON: 11°42’6,09” E e LAT: 42°13’32,01” N - LON: 11°42’5,31” E corrispondente alla parte terminale del fosso "Scolo dei giardini" ; (figura 4) 

 - Saline : tratto compreso tra le coordinate LAT: 42°12’42,71” N - LON: 11°42’28,92” E e LAT: 42°12’36,57” N - LON:
11°42’28,21” E - corrispondente al settore di spiaggia compreso tra l'uscita del fosso circondario di guardia delle saline e il settore d'arenile posto immediatamente a sud del primo molo (figura 5)

 figura 5

- località San Giorgio  : tratto compreso tra le coordinate LAT: 42°10’40,75” N - LON: 11°43’56,72” E e LAT: 42°10’36,34” N  LON: 11°44’0,85” E  corrispondente all'immediato versante Nord della foce del torrente Mignone       (figura 6)  

- S. Agostino  :  

tratto individuato tra le coordinate LAT: 42°10’35,48” N  LON: 11°44’1,95” E e LAT:42°10’32,09” N - LON: 11°44’6,12” E corrispondente all'immediato versante Nord della foce del torrente Mignone; (figura 6)  
tratto individuato tra le coordinate LAT: 42°9’58,71” N - LON: 11°44’12,20” E e LAT: 42°9’29,78” N - LON:11°44’3,23” E corrispondente al tratto di costa a sud dell'abitato;  (figura 6)  

 figura 6

 

 

 

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (ordinanza n 22 del 28 05 2020 ACCESSO ED UTILIZZO SPIAGGE.pdf)ordinanza n 22 del 28 05 2020 ACCESSO ED UTILIZZO SPIAGGE.pdf 91 kB

Stagione balneare 2020 : si parte !!!

IL LITORALE TARQUINIESE , NONOSTANTE LE DIFFICOLTA' DOVUTE ALLA PANDEMIA, E' PRONTO PER ACCOGLIERE VILLEGGIANTI E TURISTI PER UN'ESTATE CHE SARA' CONNOTATA DA NOVITA' E CONFERME POSITIVE 

Con la fine, si spera definitiva, della fase di confinamento (non usiamo volontariamente il termine inglese lockdown ) Tarquinia, come la quasi totalità del nostro Paese sta tornando lentamente ad una cauta normalità. La stagione estiva sta bussando alla porta e, come probabilmente mai successo in precedenza in questo periodo dell’anno, a causa delle incertezze determinate dagli effetti della pandemia, il sistema turistico ricettivo sta ancora mettendo a punto la propria organizzazione che, non dubitiamo, sarà comunque all’altezza delle aspettative di turisti e villeggianti.

Malgrado la laboriosa professionalità degli operatori commerciali sulla stagione estiva grava l’incertezza sul numero delle presenze di turisti e villeggianti; i primissimi dati sembrano decisamente incoraggianti, probabilmente , viste le difficoltà ed i timori dei viaggi a lunga percorrenza, pare che si stia verificando una sorta di ritorno alla vacanza stile anni 60-70 e che quindi il flusso turistico del bacino romano ed umbro possa tornare in massa sul nostro litorale.

L’andamento positivo della stagione, oltre dalla voglia di mare e di vita all’aperto, dipenderà anche da quanto il nostro territorio sarà accogliente ed organizzato; su questo aspetto lo sguardo di cittadini, operatori commerciali e villeggianti è rivolto verso. il palazzo comunale.

Di seguito elenchiamo le principali novità e conferme che riguardano soprattutto il Lido di Tarquinia:

- da indiscrezioni giornalistiche, anche il TG5 del 26 Maggio ne ha dato notizia, si è appreso che al Lido di Tarquinia sarà aperto un cinema drive-in che andrà a soddisfare una esigenza sentita dai residenti e villeggianti. La formula del drive in, oltre a garantire il necessario distanziamento tra le persone, aggiungerà poi un tocco di simpatica originalità che farà rivivere le atmosfere degli anni 50 e 60 e con un pizzico di nostalgia molti di noi ritorneranno col pensiero agli Happy Days della banda di Fonzie & C. ed alle vicende di American Graffiti;

- altra bella novità è la completata pista ciclabile che è stata estesa a tutto il tratto di strada compreso tra il lungomare ed ponticello che immette alla strada che conduce al Borgo delle saline;

- è’ stato aperto il grande parcheggio posto a lato della strada del Mandrione delle Saline che lo scorso anno ha egregiamente svolto la sua funzione garantendo posti parcheggio sufficienti anche durante le giornate durante le quali si sono registrate presenze record.

l'accesso alle spiagge sarà regolato da misure atte a garantire l’adeguato distanziamento tra le persone; negli stabilimenti la responsabilità per l’applicazione delle regole sarà dei gestori mentre per le spiagge libere sarà necessario prenotare il posto attraverso un App raggiungibile cliccando su questo link : https://spiagge.ditechmobility.it/

Per la sorveglianza sul corretto distanziamento saranno incaricati degli assistenti, chiamati "steward di spiaggia". Riguardo la funzione degli assistenti rimane da capire quali saranno i mezzi a loro disposizione per persuadere le persone recalcitranti a rispettare le regole. Da ricordare che, in riferimento alla situazione emergenziale determinata dalla pandemia Covid-19, alcuni tratti di spiaggia del litorale sono interdetti all'accesso. In un articolo che seguirà pubblicheremo le mappe estratte da Google maps con l'indicazione dei tratti interdetti.

- da Sabato 23 Maggio è iniziato il servizio settimanale per il conferimento gratuito dei rifiuti ingombranti e vegetali che sarà attivo tutti i giorni di Sabato fino a tutto il mese di Settembre dalle ore 8,00 alle ore 12,00; i cassoni per la raccolta dei rifiuti saranno posizionati , come negli anni scorsi, sul tratto a monte di Viale dei Tritoni. Rimane attivo il servizio ( a pagamento ) per il ritiro dei rifiuti ingombranti e/o vegetali  presso il proprio domicilio al costo di 6€ / metro cubo; è necessaria prenotazione al numero verde 800804333 o, in alternativa, al numero 0766842384.

- gli alberi della pinetina del “parco Viale Porto Clementino” dopo anni di incuria sono stati finalmente potati restituendo dignità al luogo, attrezzato con giochi per bambini e tavoli con panche, e sicurezza per i frequentatori. Nell’esprimere compiacimento per il lavoro effettuato auspichiamo che lo stesso lavoro possa essere al più presto eseguito nell’altra pinetina attrezzata posta sull’altro lato del viale Porto Clementino dove gli alberi presentano numerosi palchi di rami secchi e/o in precarie condizioni di stabilità. Riguardo il “parco Porto Clermentino”, vogliamo ancora una volta segnalare che le lampade dei fari posti sulla sommità della cabina Enel che hanno la funzione di illuminare la zona sono guaste da numerosi anni impedendo di fatto la fruizione sicura del luogo durante le ore serali.

Al momento non ci sono altre notizie ufficiali, supponiamo che la Amministrazione stia lavorando ad altri importanti provvedimenti di cui daremo notizia non appena ne avremo conoscenza. Tra tutti è atteso con particolare interesse l'annuncio del calendario delle disinfestazioni antizanzara in quanto gli indesiderati ospiti sono già arrivati in grande numero su tutti il litorale....

Da parte nostra auspichiamo che vengano recuperate dalla Amministrazione comunale le ipotesi di lavoro a suo tempo elaborate dall’ex Assessore Laura Sposetti che, tra l’altro, prevedevano interventi per la viabilità, la gestione dei mercati ambulanti, la individuazione di aree per la sosta dei camper, la igienizzazione del fosso “Scolo dei giardini” ( nel tratto canalizzato che attraversa l’abitato del Lido )  ma anche la normale manutenzione agli impianti; quali ,  a titolo d’esempio,  le fontanelle inservibili da anni per la rottura dei rubinetti a sfera determinati dal normale logorio e dall’azione degli immancabili vandali.

Un'altra questione sollevata più volte da Assolidi riguarda il controllo della velocità veicolare sulle strade del Lido, specie lungo via della Salara, dove spesso degli anonimi incoscienti procedono a velocità sostenuta determinando  gravi rischi per la pubblica incolumità. Negli anni scorsi furono ventilate possibili soluzioni alla questione ( attraversamenti pedonali rialzati, dossi e telecamere ) che, però,  non hanno avuto alcun seguito.

Chiudiamo questa panoramica tornando sul tema della corretta informazione sulla qualità delle acque del nostro mare.

Assolidi ha più volte sollecitato le Amministrazioni comunali ad una presa di posizione che renda giustizia alla qualità delle acque del nostro mare che, da numerosi anni,  ARPALAZIO  ( Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Lazio )   certifica come eccellenti (livello massimo di, qualità) alla sola eccezione dei tratti posti ai lati della foce del fiume Marta dove sono certificate come buone (livello immediatamente inferiore all’eccellente); i dati relativi a dette analisi sono consultabili sul sito istituzionale dell'Ente . Troppo spesso, fonti poco informate, hanno definito inquinate le nostre acque diffondendo un messaggio fuorviante ed estremamente negativo tra la opinione pubblica. Ribadiamo che, per nostra fortuna, da anni le certificazioni scientifiche ed ufficiali di ARPALAZIO attestano una ottima condizione delle acque del nostro litorale; i risultati di queste analisi sono consultabili sul sito istituzionale dell'Ente. Per smentire efficacemente queste  voci infondate e , ripetiamo,  estremamente dannose sarebbe utile affiggere nei locali pubblici sempici locandine con i rapporti mensili della Agenzia regionale così da fornire notizie certe ed aggiornate a tutti coloro che frequentano le nostre spiagge   a tutto vantaggio del buon nome del nostro mare e della nostra economia turistica.

Bollettino dell'emergenza : S. Messe sospese.

 

Con questo comunicato il nostro blog avvia una funzione di servizio fornendo informazioni e notizie certe utili per la nostra vita quotidiana in questo periodo d'emergenza che dobbiamo affrontare con serenità, ma con altrettanta determinazione nel rispettare le raccomandazioni della Comunità scientifica e del Governo. 

Anche per la specifica richiesta di numerose persone abbiamo contattato Don Edoardo Juarez, parroco della Parrocchia Maria SS Stella del Mare, per conoscere i provvedimenti adottati dalla #Diocesi_di_Civitavecchia-Tarquinia in merito allo svolgimento delle Celebrazioni Eucaristiche ed alle altre attività liturgiche.

Il Parroco ci ha informati che, la chiesa rimarrà aperta ma che sono sospese tutte le Celebrazioni Eucaristiche come tutte le altre Liturgie fino al giorno 3 Aprile.

Il parroco può essere contattato al numero telefonico 3296162830.

Per i fedeli che desiderano partecipare alle funzioni religiose, vista la impossibilità a presenziare fisicamente, i parroco ha indicato la stazione televisiva #TV2000 che ha strutturato il palinsesto per poter consentire ai fedeli di seguire le funzioni in Comunione di Spirito. 

Don Edoardo raccomanda, infine, d'essere vicini alle persone che vivono nella solitudine, o nel bisogno, questo periodo d'emergenza; anche una semplice telefonata può essere di grande aiuto; inoltre la parrocchia raccoglie le offerte in generi alimentari non deperibili da destinare alle persone che necessitano della solidarietà del prossimo.   

 

 

 

 

Bollettino 2: chiuso il Litorale tarquiniese nei fine settimana

La nostra Amministrazione comunale ha adottato un provvedimento tanto energico per quanto necessario per contrastare il diffondersi del virus nel nostro territorio. 

 

Questi sono i punti della Ordinanza firmata dal Sindaco di Tarquinia : 

1. Dalle ore 14.00 alle ore 20.00 del sabato e dalle ore 8.00 alle 20.00 della domenica, ad iniziare da sabato 14 marzo 2020 e fino a diversa disposizione, è vietata la circolazione dei veicoli nelle strade che conducono ai comprensori di Marina Velka, Pian Di Spille,Voltone, Tarquinia Lido e Saline di Tarquinia ed in particolare lungo il litorale.


2. Dalle ore 14.00 alle ore 20.00 del sabato e dalle ore 8.00 alle 20.00 della domenica, ad iniziare da sabato 14 marzo 2020 è inoltre vietato l’accesso pedonale a tutte le suddette aree.


3. I divieti di cui ai punti precedenti non si applicano nei confronti dei residenti nelle zone sopra elencate, nonché dei domiciliati nelle suddette frazioni e di coloro che abbiano necessità di raggiungere servizi presenti nella zona (farmacia), ovvero dimostrino comprovate esigenze lavorative, oppure stati di necessità o motivi di salute, in conformità a quanto stabilito dal DPCM 9 marzo 2020;


4. Con decorrenza immediata e fino a diversa disposizione, la chiusura dei giardini, dei parchi pubblici, delle aree gioco recintate e delle pinete in tutto il territorio comunale;

Le raccomandazioni al buon senso non hanno prodotto il necessario contenimento degli spostamenti delle persone: infatti sono state molte le persone che incuranti del rischio si recavano sul nostro litorale a godersi il tepore del primo sole stagionale ora la Ordinanza metterà fine a tali comportamenti totalmente privi di coscienza civica.

In fondo alla pagina è disponibile l'ordinanza in formato pdf. 

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (OR_841 (1).pdf)ordinanza 68 kB

La minaccia dei rifiuti di plastica

I MARI DEL PIANETA SONO AGGREDITI DALL'ABBANDONO DI  MILIONI DI TONNELLATE OGGETTI DI PLASTICA CHE POSSONO DETERMINARE GRAVISSIMI EFFETTI NEGATIVI PER LA VITA DELL'ECOSISTEMA E, QUINDI, DI TUTTI NOI. 

La difesa del mare dall’inquinamento determinato dall’abbandono di materiali in plastica è stato il tema della cena conviviale che Assolidi ha organizzato la sera dello scorso venerdì 8 Novembre. 

La serata è stata condotta dall’Arch. Stefano Bondesan, responsabile del settore ambiente-ecologia di Assolidi, che ha preparato il suo intervento dopo aver ricercato e studiato i dati inerenti l’inquinamento da plastica, avvalendosi della preziosa collaborazione della Professoressa Alessandra Pontremolesi esperta ambientalista e particolarmente sensibile alla tematica oggetto della serata.

Il dopocena è iniziato con la visione del documentario “Dalla parte del mare” di Francesco Malingri (disponibile sulla piattaforma Youtube https://www.youtube.com/watch?v=JE2UeXpIZUM ) che tratta della drammatica condizione dei mari del Pianeta invasi da milioni di tonnellate di rifiuti costituiti da materiali solidi e durevoli prodotti o trasformati dall’uomo con le moderne tecnologie prima tra tutti  la plastica.

Al termine del filmato l’Arch. Bondesan, ha illustrato, col supporto della presentazione “Marine Litter “ (a breve disponibile su www.assoliditarquinia.it – “I nostri dossier”)  una serie di dati su cause ed effetti del grave inquinamento dei mari del pianeta la prima causa deriva dalla mastodontica quanto eccessiva produzione di plastica e soprattutto dal successivo rilascio incontrollato nell’ambiente sotto forma di rifiuti che in gran parte terminano il loro viaggio nelle acque dei mari e degli oceani.

Nel 1988 la NOAA, l’Ente governativo statunitense che monitora, tramite satelliti meteorologici i mari ed il clima del Pianeta, diede l’annuncio che in un’area nel nord dell’Oceano pacifico si era formata una grande concentrazione di rifiuti galleggianti, soprattutto di materiali di plastica, tanto grande da formare una sorta di isola artificiale.

Osservazioni successive hanno individuato negli oceani cinque di queste “isole” appunto definite “Trash islands” all’interno delle quali la concentrazione di rifiuti raggiunge il valore oscillante tra i 25000 ed i 100000 oggetti per chilometro quadrato e caratterizzate da un  notevole spessore tanto che a 10 metri di profondità la concentrazione di rifiuti è ancora pari a circa di quella riscontrata in superficie.  

Gli effetti dell’inquinamento dei mari, causato soprattutto da plastiche sono molteplici e gravissimi per le ricadute negative su flora e fauna ed anche per la salute umana; i frammenti di plastica dispersi in mare vengono confusi per cibo dalla fauna venendo ingeriti da pesci, cetacei e tartarughe di mare ed anche dagli uccelli marini determinandone inevitabilmente la morte. Alla azione meccanica dei frammenti si aggiungono gli effetti di lungo periodo dovuti alla fotodegradazione dei materiali causati dalla azione dei raggi solari che scompongono i materiali plastici fino alla struttura di polimeri che, che vengono mangiati dai pesci perché confusi come plancton, e da questi, risalendo la catena alimentare finiscono nella dieta dell’uomo.  

Le #microplastiche sono presenti nelle acque di tutti i mari del Pianeta e la loro concentrazione è destinata ad aumentare col tempo; a tale riguardo l’Italia e più precisamente il tratto di mare compreso tra la Toscana e la Corsica, detiene il pessimo record della concentrazione di microplastiche con 10 kg/kmq.

La ipotetica soluzione della gravissima questione ambientale potrà verificarsi quando la industria mondiale ridurrà drasticamente la massiccia produzione di plastiche soprattutto del tipo destinato alla fabbricazione di imballaggi e prodotti monouso.

Un accento particolare è stato posto da Bondesan sul contributo che i normali cittadini possono e devono dare per la tutela dell’Ambiente; dalla scelta di materiali biodegradabili, al corretto conferimento dei rifiuti ma anche ad azioni di volontariato per il recupero dei materiali dispersi o abbandonati da soggetti incivili.

Riguardo le azioni di positivo e virtuoso volontariato, la serata di Assolidi ha avuto la graditissima presenza di persone che hanno testimoniato a riguardo il loro impegno: il Gruppo Subacquei Montalto ed il sig. Paolo Insolera.

Il Gruppo Subacquei di Montalto ha presentato due interessantissimi filmati autoprodotti girati sui fondali prospicenti il litorale montaltese e dinanzi Civitavecchia. Le immagini dei fondali di Montalto hanno riservato una piacevolissima sorpresa ai presenti per la loro sconosciuta bellezza determinata dalla varietà di specie e di colori della flora che li caratterizza e della fauna che li popola. Purtroppo l’abbandono di rifiuti da parte dei, purtroppo, sempre presenti nuovi barbari, determina l’insudiciamento dei fondali e la formazione di vere e proprie trappole per la fauna ittica; tra materiali abbandonati particolarmente pericolose sono le reti da pesca nelle quali si impigliano pesci destinati a morte certa. Il gruppo dei subacquei svolge, in accordo con la Capitaneria di porto di Civitavecchia una preziosa quanto faticosa, e talvolta complessa azione, di rimozione dei rifiuti dai nostri fondali le cui fasi sono state ottimamente documentate nel secondo dei filmati proiettati.

E’ seguita la testimonianza del sig. paolo Insolera di Civitavecchia che dedica parte del suo tempo libero alla pratica del “Plogging” la disciplina sportiva nata in tempi recenti nei Paesi scandinavi che consiste nell’abbinare alla camminata veloce e/o alla corsa, la contemporanea raccolta dei rifiuti che si incontrano sul percorso. 

Il #Plogging abbina ai vantaggi fisici derivanti dalla pratica sportiva vera e propria ed agli effetti positivi sull’ambiente determinati dal recupero dei rifiuti anche un’importante opera di sensibilizzazione verso la opinione pubblica sui temi della tutela dell’Ambiente.

I filmati e le presentazioni dei relatori hanno dato spunto per un piacevole e costruttivo dibattito durante il quale sono state avanzate ipotesi per iniziative di volontariato da svolgersi nel prossimo futuro.

Al termine della serata l’Arch. Bondesan ha informato i presenti che nei prossimi giorni verrà pubblicato sul sito sociale di Assolidi il programma delle attività di #Retake per la stagione invernale-primaverile 2019-2020.   

Sottocategorie

News

ORARI S.MESSE FESTIVE

mesi Maggio e Giugno
presso la Chiesa parrocchiale
Sabato ore 19.00
Domenica ore 11,00


ORARI FARMACIE

Sono disponibili gli orari delle farmacie per i mesi di MAGGIO e GIUGNO


Informazioni

     acqua potabile 

 

       balneabilità 

 

ORGANI D'INFORMAZIONE

     la WEB-TV di Tarquinia

 

moduloprova

modulo di prova

Associazioni Volontariato
Istituzioni pubbliche

 
                                                                                   

 


  

 

 

Associazioni sportive

orari trasporti pubblici

autolinee locali

 autolinee regionali

 

trenitalia                            

 

 

 

I nostri Dossier

Situazione meteo
previsioni del tempo tarquinia